I lavoratori autonomi, i disoccupati, gli studenti e le casalinghe che hanno bisogno di liquidità spesso hanno difficoltà ad accedere al credito, a causa della mancanza di un lavoro da dipendente con busta paga.  Richiedere dei prestiti personali è comunque possibile. Vediamo come.

Cosa sono i prestiti senza busta paga

I prestiti personali senza busta sono finanziamenti concessi dagli istituti di credito o dalle banche a tutti coloro che hanno necessità di liquidità urgente, anche se non sono in possesso di una busta paga che comprovi la presenza di reddito da lavoratore dipendente.

In questa situazione si trovano soprattutto giovani, casalinghe e disoccupati che non possono dare come garanzia di rientro del prestito, il proprio stipendio.

Tuttavia, questi soggetti non sono del tutto esclusi dalla possibilità di richiedere dei prestiti personali e, addirittura, in alcuni casi specifici, possono anche ottenere il prestito nel giro di poche ore.

Requisiti prestito senza busta paga: le garanzie alternative

Questo discorso vale anche per chi ha una busta paga non sufficiente a garantire la restituzione della somma del prestito. In altre parole, la somma ottenuta con il finanziamento e l’importo delle rate mensili sono un po’ troppo alte rispetto allo stipendio e questo, aumenta il rischio di possibili mancati pagamenti.

Cosa fare per ottenere i prestiti personali senza busta paga? Avvalersi di garanzie alternative che convincano l’istituto di credito a concedere il prestito.

Sono tante le banche e le finanziarie che vanno incontro alle esigenze di chi ha difficoltà economiche. In assenza della busta paga, viene richiesta la figura del garante, una persona che assicura la copertura del debito, in caso il richiedente non sia in grado di restituirlo.

In questo caso si può parlare di fidejussione con beneficio di escussione, oppure, tramite una solidale. In alternativa, se si percepisce un’entrata derivata da un canone di locazione di un immobile di proprietà, questa può essere utilizzata come garanzia, a patto che vengano rispetti gli altri requisiti richiesti dall’istituto di credito.

Tempistiche erogazione prestiti senza busta paga

I tempi di concessione ed erogazione del prestito personale dipendono anche dalla somma richiesta, oltre che dalle garanzie presentate.

Per somme più consistenti potrebbero essere necessarie garanzie ulteriori come l’ipoteca sull’immobile di cui si è proprietari o di cui si è cointestatari. In questo caso le tempistiche sono più lunghe, in quanto vengono effettuati maggiori controlli.

Nel caso dei piccoli prestiti personali, invece, è possibile ottenere l’importo anche nel giro di poche ore se, le garanzie presentate sono ritenute sufficienti a coprire l’eventuale inadempienza del pagamento delle rate.

Una parentesi per ciò che riguarda gli studenti, una categoria che merita particolare attenzione. Questi possono aver bisogno di una piccola somma di denaro per i propri studi, ma difficilmente sono in grado di ottenere un prestito in assenza di un’entrata fissa.

Anche in questo caso, si può accedere al prestito presentando un garante, che può essere il genitore e, ottenere una soluzione ad hoc con tasso agevolato. Quando si parla di studenti, conviene orientarsi soprattutto verso il prestito d’onore.