La necessità di accedere a del credito nasce soprattutto da chi non ha un lavoro e ha bisogno di liquidità immediata. Tuttavia, la richiesta di un prestito personale va a scontrarsi con un elemento fondamentale per poter richiedere un finanziamento: la garanzia.

Infatti, una persona disoccupata non ha un reddito dimostrabile, né la busta paga e questo rende molto più difficile ottenere un prestito, ma non impossibile.

I prestiti senza busta paga sono rivolti proprio a coloro che non possono fornire alcuna garanzia reddituale, tra cui i disoccupati. Vediamo più nel dettaglio come richiedere un prestito per disoccupati.

Richiesta e garanzie alternative

In assenza di lavoro e di reddito è possibile accedere a un prestito personale grazie a delle garanzie alternative richieste dalla banca o dall’istituto di credito a cui ci si rivolge.

Questo discorso vale anche per i prestiti online, che hanno si iter e tempi di valutazione ed erogazione più veloci, ma allo stesso modo, necessitano di garanzie.

Garanzie da presentare

Anche se si tratta di una situazione molto più complessa, i prestiti personali per disoccupati vengono concessi ed erogati dalla maggior parte delle banche e istituto di credito, a patto che vengano presentate delle garanzie diverse dallo stipendio o dalla pensione.

Solitamente viene richiesta la presenza di un garante, una terza persona diversa dal richiedente con un’alta affidabilità creditizia, che possa prendersi carico di eventuali inadempienze nel pagamento delle rate da parte di chi ha ottenuto il prestito.

In assenza del garante, ci sono soluzioni alternative che variano in base all’istituto di credito che concede il prestito al disoccupato.

Ad esempio, la sottoscrizione di cambiali, l’ipoteca su un immobile come garanzia del prestito, polizze a vita già stipulate o la garanzia del TFR.

Cosa fare se non è possibile presentare alcun tipo di garanzia?

Anche se è una possibilità molto remota, sono disponibili anche dei prestiti personali per disoccupati senza garanzie. Una possibilità è quella di accedere a prestiti personali agevolati forniti da enti pubblici per sostenere e stimolare la domanda lavorativa di chi sta vivendo un periodo di disoccupazione.

È il caso di chi sul momento disoccupato e senza garanzie, oppure, per chi vive ciclicamente periodi di disoccupazione a causa della tipologia di contratti della professione svolta (contratti atipici).

Quindi, se non si hanno garanze, l’unica soluzione è quella di richiedere finanziamenti a enti locali o nazionali derivanti dai fondi europei, enti che concedono prestiti d’onore, a fondo perduto o agevolati.

Si tratta di soluzioni che incentivano  lo sviluppo del territorio e l’avvio di una propria attività imprenditoriale.

Dove richiedere prestito personale per disoccupati?

Se sei disoccupato e hai bisogno di un finanziamento, puoi contattarci e richiedere un preventivo senza impegno.

I nostri operatori valuteranno la tua situazione creditizia e le garanzie alternative di cui sei in possesso, in modo da fornirti, nel minor tempo possibile, la soluzione adatta a te.

Noi di FeniceFinance mettiamo a disposizione la nostra professionalità e competenza per aiutarti ad accedere al credito, anche nel caso tu sia iscritto al CRIF.